Come sfruttare la lettura dei grafici di borsa

L’andamento della borsa riscuote molto interesse, in particolare, per fare bene trading online è bene effettuare una corretta lettura dei grafici, cercando di imparare l’analisi dell’andamento delle azioni, comprendendo ciò che riportano i segni su di un grafico, per poter migliorare la propria capacità di investimento e quindi per guadagnare con i grafici di borsa al trading online.

Cosa sono i grafici azionari?

Chi opera nel mercato azionario usa molto i grafici e sia le decisioni di vendita che di acquisto si vanno a fondare sull’analisi tecnica e fondamentale.

Capita spesso di guardare la tv o leggere un giornale finanziario e vedere dei grafici con dei segni, si tratta di grafici azionari studiati specificamente per poter rendere più semplice la comprensione di come oscillano i prezzi.

Il grafico azionario non è altro che una rappresentazione grafica del prezzo riferita ad un dato titolo in un periodo preciso di tempo.

Quando si studia un grafico cercando di comprenderne l’andamento dei prezzi, si è soliti dire che si sta eseguendo un’analisi tecnica. Questo studio viene in genere impiegato per poter comprendere quello che è l’andamento dei prezzi nel mercato, in un passato periodo, così da decidere a seconda della previsione, dell’andamento dei prezzi nell’ immediato futuro.

Tipologie di grafico

In borsa ci sono ben tre tipi di grafico:

  • grafici a candela oppure candlesticks;
  • grafici a barre;
  • grafici a linee.

Tali rappresentazioni non possono essere usate casualmente, perché ciascuna ha in previsione uno scopo preciso, in particolare lo stile di trading che si vuole mettere in pratica e che farà protendere soltanto per uno dei tre, è bene quindi, scegliere il grafico più adatto per sé.

Ecco gli elementi principali costituenti un grafico azionario, i componenti principali sono:

  • Il volume.
  • la sezione di identificazione.
  • L’orizzonte temporale.
  • Asse x.
  • Asse y.

Il grafico a candela è noto pure con il termine candlestick, un tipo particolare di rappresentazione dell’oscillazione dei prezzi di un mercato, adatta in special modo per chi cerca investimenti a lungo termine, ma pure per chi usa tecniche di day trading.

Il grafico a barre invece è impiegato dai trader che fanno l’analisi tecnica di un titolo a prestabiliti intervalli. Per questo motivo, si può impostare il grafico perché mostri ciascun dettaglio necessario, in relazione all’orizzonte temporale che si è prescelto.

Infine, i grafici a linee sono impiegati dagli investitori consideranti il livello di chiusura più importante, a differenza di altri valori, si rischiano però di ignorare le oscillazioni che si verificano nel corso della giornata: intra-day e questo comporta dei rischi.